“Ai sopravvissuti spareremo ancora” di Claudio Lagomarsini: ricordi da dimenticare

lagomarsini

All’improvviso la motivazione che mi fa andare avanti prende i tratti della necessità: un’urgenza che si concretizza in un affanno. Perché finalmente mi rendo conto che dopo quindici anni mi è stata concessa l’occasione di ascoltare mio fratello come non l’avevo mai fatto.

Continua a leggere ““Ai sopravvissuti spareremo ancora” di Claudio Lagomarsini: ricordi da dimenticare”

“L’unica storia”, di Julian Barnes: ognuno di noi ha la sua storia d’amore

l'unica storia

Ognuno di noi ha la sua storia d’amore. Tutti quanti. Magari è stata un fiasco, magari si è consumata poco per volta, magari non è nemmeno riuscita a partire, o magari è successa solo nella nostra testa, il che non la rende meno reale. Anzi, a volte è proprio il contrario.

Continua a leggere ““L’unica storia”, di Julian Barnes: ognuno di noi ha la sua storia d’amore”

“Favola di New York” di Victor Lavalle: vivono tutti felici e contenti, finché…

felici

«[…] Ti rendi conto dei danni che hanno arrecato all’umanità queste quattro parole? Vorrei tanto che si dicesse qualcos’altro alla fine delle favole, qualcosa come: “E cercarono di essere felici”, oppure: “La felicità eterna è una vana ricerca”. […]»

Continua a leggere ““Favola di New York” di Victor Lavalle: vivono tutti felici e contenti, finché…”

“Come diventai monaca” di César Aira: confine tra realtà e immaginazione

gelato

La mia storia, la storia di “come diventai monaca” è cominciata molto presto nella mia vita; avevo appena compiuto 6 anni. L’inizio è segnato da un vivido ricordo che posso ricostruire fin nei minimi particolari.

Continua a leggere ““Come diventai monaca” di César Aira: confine tra realtà e immaginazione”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: