Rosamund, di Rebecca West: salutiamo gli amici

rosamund

Venne verso di me e io mi irrigidii per il disgusto, ero sicura che sarei morta quando mi avrebbe toccata, e invece, naturalmente, cominciai a vivere.

Che sensazione strana leggere Rosamund, l’ultimo libro della trilogia di Rebecca West dedicata alla famiglia Aubrey. Ritrovare Mary e Rose e la loro musica, la fine della guerra, Londra, i tour nel mondo, il successo… ritrovarle più grandi, ormai alla soglia della mezza età. Credo ci sia molta tristezza tra le emozioni provate: Mary e Rose sono adulte, più adulte di me, e con questo libro finisce la loro vita (non nel senso letterale di morte).

Lo ammetto, ne ho iniziato la lettura convinta che il tutto si sarebbe concentrato sulla vita di Rosamund e invece ne sono rimasta sorpresa. Ad ogni pagina mi chiedevo quando si iniziasse a parlare di lei, quando avremmo visto quel cambio di prospettiva che il titolo ci suggeriva. Ma la West è geniale e più vai avanti nella lettura più capisci che Rosamund non sarà la protagonista: Rosamund è il filo conduttore.

La ragazzina che abbiamo conosciuto in “La famiglia Aubrey” e che abbiamo imparato a delineare in “Nel cuore della notte”, in quest’ultimo capitolo che porterà il suo nome si mostrerà in modo inaspettato – e forse incomprensibile – diventando una sorta di entità presente eppure no.

Anche il resto dei personaggi subirà un’evoluzione. Tutti quelli che girano intorno al Dog and Duck, a cui se ne aggiungeranno di nuovi, verranno ripresentati con le loro tipiche caratteristiche delle personalità che ormai conosciamo e che abbiamo imparato ad apprezzare e/o non sopportare.
La West, però, ha anche un’altra capacità: continuerà a ripresentare tutti quei personaggi che nel secondo volume sono venuti a mancare come se fossero sempre presenti, perché presenti lo sono nella vita e nella mente di chi rimane.

Avevo Oliver, e tutti i miei morti, papà e mamma e Richard Quin, ma non i miei vivi.

Ed è così che tra la delicatezza delle sue descrizioni ritroveremo tutti quei temi che sono il fil rouge della trilogia nella sua completezza: la solitudine, la magia, gli affetti, le aspettative e i sogni, la purezza d’animo e i sentimenti. Il tutto condito dal suo solito “pepe tardivo“, questo inserire colpi di scena sul finale della storia, che, anche se non sono completamente inaspettati, rivoluzionano tutto il resto del libro fatto di semplici descrizioni e racconti di eventi.

Non ti nego la sensazione di accoglienza che mi ha pervasa durante tutta la lettura, l’accoglienza di quel focolare caldo del primo volume, e la morsa di malinconia quando, letto l’ultimo rigo, mi son resa conto che sarebbe stato definitivamente l’ultimo.
Da qui in poi cosa succederà a Mary, Rose e i loro cari lo possiamo solo immaginare.
Io mi auguro che, come nelle migliori fiabe, vissero tutti felici e contenti…

[…] qualsiasi serio interprete va in cerca del compositore che non ha i difetti che ha imparato a deplorare in se stesso: il compositore per lui è un simbolo della creazione stessa e, attraverso la mancanza di quei difetti, suggerisce un universo nel quale essi non esistono, e dal quale dunque sono del tutto assenti problemi morali o estetici, e l’unico problema è la difficoltà tecnica di costringere il corpo a eseguire ciò che viene concepito dalla mente.


  • Titolo: Rosamund (★★★☆☆)
  • Autore: Rebecca West
  • Copertina flessibile: 421 pagine
  • Editore: Fazi
  • Collana: Le strade

Prezzo di copertina: € 20,00.
Acquistabile qui ad un costo ridotto.

Foto: copertina libro. Originale qui.

2 risposte a "Rosamund, di Rebecca West: salutiamo gli amici"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: